Coltivare la camomilla

Consigli per la coltivazione e il raccolto
15 ottobre 2007


Se avete provato gli infusi di camomilla reperibili in commercio senza restarne soddisfatti, vale sicuramente la pena di coltivare in casa la camomilla. La tisana prodotta in casa infatti, oltre a essere di provenienza biologica, ha un sapore ricco e sorprendente, e i suoi capolini sono da utilizzare sia da soli che insieme a altre erbe aromatiche.

CamomillaI delicati fiori della camomilla hanno anche un valore ornamentale, e la pianta posta in esposizione abbastanza soleggiata produrrà un grazioso cespuglio colorato, che attrarrà farfalle e altri insetti pronubi. Leggete l'articolo erbe aromatiche per attrarre gli insetti impollinatori per maggiori dettagli.


La camomilla (Matricaria chamomilla)


Gradevole e rilassante alternativa al the, la camomilla è una pianta annuale a portamento strisciante, che diventa eretto in piena fioritura raggiungendo un'altezza di 40 cm.
Della camomilla si utilizzano in infusione i capolini raccolti durante la fioritura e essiccati.


Camomilla prima della fioritura

Coltivare la camomilla


Seminare a fine inverno (se il clima lo consente) o inizio primavera direttamente a dimora, a spaglio o in file distanti 40 cm. Germina in 10-14 giorni.


Raccolto di CamomillaIl raccolto è scalare e inizia in tarda primavera, i capolini vanno raccolti prima che sfioriscano, preferibilmente in giornate asciutte. Essiccare all'ombra in luogo ventilato.
A Luglio terminare la raccolta dei capolini e lasciare andare a seme.
Non vangare il terreno in profondità: la camomilla rinascerà da sola il prossimo inverno.

Maggiori informazioni su conservazione dei capolini e preparazione dell'infuso: conservare la camomilla.


La camomilla può essere coltivata in vaso.
Gradisce una esposizione soleggiata e un suolo non eccessivamente umido. In caso la temperatura superi i 45°, proteggerere nelle ore più calde dall'esposizione diretta ai raggi del sole.
La sua coltivazione potrebbe essere difficoltosa a altitudini troppo elevate.

Camomilla: scheda di coltivazione


Semina


Quando seminare: inizio primavera o fine inverno in caso di clima favorevole
Profondità della semina: seminare a spaglio, coprendo solo con un velo di terriccio
Semina autunnale: sconsigliata

Trapianto


Il trapianto può danneggiare le piantine e arrestare la loro crescita, si consiglia di seminare direttamente a dimora
Coltivazione in contenitore: possibile per produzioni limitate

Posizione e cure


Terreno: ben irrigato ma senza ristagni
Esposizione: ben esposta, per favorire la fioritura
Clima: preferisce altitudini sotto i 600m, patisce l'umidità come l'afa eccessiva

Aspetto della pianta


Altezza: 50 cm durante la fioritura
Foglie: allungate e ramificate
Fiori: capolini con corti petali bianchi
Periodo di fioritura: da fine primavera a estate iniziata
Semi: di dimensione estramamente ridotta, si sviluppano nei capolini una volta sfioriti

Raccolto


Cosa raccogliere: i capolini prima che sfioriscano
Periodo del raccolto: durante la fioritura, da fine primavera all'estate
Conservazione: essiccati

Fine stagione


Comportamento: annuale
Note: espirpare la pianta a fine del suo ciclo vitale
Semi: lasciare sfiorire dei capolini per produrre i semi per l'anno prossimo, raccogliendoli prima che si disperdano naturalmente




MelilotoPotrebbe interessarvi:

Coltivare il meliloto (trifoglio giallo)

Tutte le ricette di the, tisane e infusi alle erbe pubblicate su Erbe in Cucina.
Potrebbe interessarvi...

La camomilla dell'anno prima


Coltivare le erbe aromatiche
Coltivare il coriandolo


Consigli per la coltivazione e il raccolto
6 commenti

Gallery correlate



Commenti

Autore: lucia
07/02/2011

Ciao, volevo sapere una volta coltivata come avviane la raccolta e come si procede per poterla utilizzare in un infuso o tisana?
grazie


Autore: Graziana
07/02/2011

Ciao Lucia, la raccolta è scalare e i capolini si fanno essiccare prima di essere conservati in barattolo. Si possono triturare ma è meglio lasciarli interi.
L infuso si prepara come altre tisane, versando acqua bollente (io uso circa 1 cucchiaio di camomilla per due tazze e non uso zucchero).


Autore: Simona (URL)
21/03/2014

Come si cucina la tisana?


Autore: Graziana
23/03/2014

Ciao Simona, la camomilla si prepara in infuso, leggi la risposta precedente.


Autore: dettochiaramente.it/verde (URL)
26/05/2014

Ciao Graziana,
ho letto il tuo articolo per informarmi sulla camomilla e la sua raccolta.

Sono andata a raccoglierla, l ho essiccata, qui tutte le foto:
http://www.dettochiaramente.it/verde/orto/13-orto/ortaggi-schede-tipi-verdure-come-coltivare/117-camomilla
ma mi manca l ultimo passaggio:

una volta ottenuta la camomilla essiccata, come si mette in infusione, visto che si sbriciola in parti minuscole?
Penso che la classica pallina forata da thè sfuso faccia disperdere tutti i semini nella tazza... (devo ancora provare però).

Ci sono consigli al proposito?
O magari, semplicemente, vanno a fondo da soli e basta lasciar decantare un attimo?
Esiste qualcosa che si possa usare per formare una bustina fai-da-te?

Grazie per ogni eventuale consiglio.
Buona camomilla a tutti :-)
Chiara


Autore: Graziana
09/06/2014

Ciao Chiara, l infusione si può preparare come il the, in teiere provviste di filtro. Non è necessario sbriciolare i capolini, anzi è meglio conservarli interi.
E inoltre possibile acquistare il tessuto non tessuto (a scopo alimentare) per la preparazione di graziose bustine, soprattutto per confezionare regalini personalizzati.


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


 


Per commentare inserire le scritte della foto nella casella sottostante.
Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Ricetta: Crema di asparagi al curry
Zuppe e creme di verdure alle erbe e spezie
Il curry è una miscela di spezie originaria della cucina indiana, ma ben nota in tutto il mondo. Uno degli ingredienti principali è la curcuma, che dona ai cibi una nota decisa di ...

Riconoscere erbe e spezie: le brassicaceae
Coltivare le erbe aromatiche
Tra le brassicaceae si annoverano non solo tutte le varietà di cavolo, ma anche diverse erbe aromatiche e spezie, tra cui senape, rafano, crescione e numerose verdure da taglio di ...

Ricetta: Insalata di spinaci, capicollo e cranberries
Dall'orto al piatto
Tra le mie scoperte degli ultimi anni, una delle più apprezzate dalla mia famiglia sono stati gli spinaci indiani, noti anche come malabar. Si tratta di una pianta in realtà non...

Fiori di ravanello
I fiori che non vi aspettate
Come ogni anno, a fine estate ho seminato le colture autunnali, erbe e ortaggi adatti alla stagione fredda: coriandolo, aneto, prezzemolo, cerfoglio, ravanelli, carote, barbabietol...

Riconoscere erbe e spezie: le ombrellifere
Coltivare le erbe aromatiche
Alla famiglia delle Apiaceae, Umbelliferae o comunemente Ombrellifere appartengono numerosissime erbe aromatiche e spezie quali prezzemolo, sedano, coriandolo, aneto, cumino, anice...

Tutti gli articoli

In evidenza

Semine primaverili