Coltivare il meliloto (trifoglio giallo)

Consigli per la coltivazione e il raccolto
12 giugno 2009



Il trifoglio dolce giallo o meliloto è un'erba semispontanea, le cui foglie si consumano crude o cotte e i cui fiori essiccati possono essere aggiunti a miscele di tisane.

Meliloto

Meliloto (Melilotus indicus)


Il meliloto è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose, originaria del Nord Africa, ma in seguito diffusa in tutto il mondo. Ha infatti comportamento infestante, e se lasciata indisturbata libererà i semi che germoglieranno la primavera successiva.

E' coltivato non solo a scopo officinale, ma anche per la produzione di foraggio per gli animali, e per essere interrato allo scopo di migliorare la composizione del terreno. E' inoltre usato per la produzione di un delicato e aromatico miele monofloreale.

Ha foglie che si presentano a gruppi di tre, e lunghe infiorescenze gialle a forma di spiga. Durante la fioritura può raggiungere i 40-50 cm di altezza.

Meliloto

Coltivare il meliloto


Il meliloto si semina all'inizio della primavera o anche a fine inverno. E' consigliato tenere i semi una notte in acqua prima di interrarli, così da accellerare la germinazione.
Seminare direttamente a dimora, con una distanza di impianto di almeno 20 cm, poichè le piante tenderanno a svilupparsi in forma di piccolo cespuglio durante la fioritura. Germina in 10-15 giorni.




MelilotoIl raccolto dei fiori inizia dopo 4-6 settimane dalla semina, e cimando le sommità fiorite è possibile prolungare il periodo della fioritura.

I fiori hanno un profumo intenso, molto dolce, che ricorda il miele e con un leggero tono agrumato. L'aroma si conserva bene quando essiccati, e possono essere usati in the e tisane alle erbe, da soli o con altri ingredienti, come nella ricetta The ai fiori.
Le foglie si consumano in genere previa cottura, mentre quelle tenere si possono aggiungere crude a insalate.


Il trifoglio è una pianta annuale e ha un ciclo vitale piuttosto breve, che si conclude dopo pochi mesi dalla semina.
Una volta completato il raccolto, potete lasciare dei fiori andare a seme per la semina dell'anno successivo, e infine estirpare la pianta.
In genere si elimina solo la parte aerea della pianta, lasciando le radici nel suolo a decomporsi, perchè lo arricchiranno di azoto.

MelilotoIl meliloto è coltivabile in contenitore, possibilmente seminando una sola pianta per contenitore da 20 cm, così da dargli modo di svilupparsi pienamente.
Gradisce una posizione fortemente soleggiata per poter fiorire, e non si svilupperà se tenuto all'ombra. Richiede irrigazioni frequenti nelle prime fasi della crescita e terreno più asciutto quando la pianta è ben sviluppata, ma sempre evitando i ristagni.


La crociata delle erbacceLa crociata delle erbacce: Meliloto giallo
Suggerimenti e idee per utilizzare le erbe infestanti.

Come estirparlo: il meliloto si autosemina molto facilmente, e per evitare ciò è sufficiente estirparlo prima che i fiori maturino i semi disperdendoli nell'ambiente.

Come propagarlo e mantenerlo: lasciato indisturbato si autoseminerà nelle aiole o nei contenitori circostanti, ma non prima della primavera successiva. Per scegliere dove e quando coltivarlo è possibile raccogliere i semi e procedere alla coltivazione come spiegato nei paragrafi precedenti.



Coltivare la melissaPotrebbe interessarvi:

Coltivare la melissa

Coltivare il coriandolo

Potrebbe interessarvi...


Coltivare la senape
Consigli per la coltivazione e il raccolto
10 giugno 2009

La senape è soprattutto nota per la famosa salsa, preparata con i semi di senape bianca. I semi di senape possono essere usati come spezie, e anche le foglie di senape si consumano fresche o previa cottura. Senape bia...

Trifoglio e altri fiori spontanei
La crociata delle erbacce
17 maggio 2009

Come ogni anno, diverse erbe spontanee rinascono tra le mie piante. Nella mia personale crociata per riabilitare le erbacce, lasciate che vi mostri alcune di loro. In questa posizione fortemente soleggiata il trifogl...


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


  Per commentare inserire i numeri della foto nella casella sottostante.

Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Fiori di ravanello
I fiori che non vi aspettate
Come ogni anno, a fine estate ho seminato le colture autunnali, erbe e ortaggi adatti alla stagione fredda: coriandolo, aneto, prezzemolo, cerfoglio, ravanelli, carote, barbabietol...

Riconoscere erbe e spezie: le ombrellifere
Coltivare le erbe aromatiche
Alla famiglia delle Apiaceae, Umbelliferae o comunemente Ombrellifere appartengono numerosissime erbe aromatiche e spezie quali prezzemolo, sedano, coriandolo, aneto, cumino, anice...

Ricetta: Crema di cavolfiore arrosto al timo
Salse, condimenti e intingoli alle erbe
L'autunno avanza, le serate più fredde e i primi raffreddori fanno venire voglia di cenette confortanti e ricche. Questa crema è un perfetto accompagnamento per una tranquilla sera...

Ricette dal mondo: il cheese toast
Cucina dal mondo alle erbe e spezie
Il cheese toast ovvero toast al formaggio è una ricetta di toast diversa dal solito, diffusa per lo più negli Stati Uniti, Canada e paesi anglosassoni. Il toast deve avere ovvia...

Riconoscere erbe e spezie: le lamiaceae
Coltivare le erbe aromatiche
Con le prime pioggie aiole e contenitori si riempiono di germogli, non solo quelli dalle vostre semine autunnali, ma anche molte nascite spontanee: semi caduti dalle piante anche m...

Il basilico liquirizia
Erbe aromatiche dalla semina alla cucina
Come il nome suggerisce, il basilico liquirizia possiede l'aroma inconfondibile del basilico, ma anche un forte gusto di liquirizia, in un'accoppiata decisamente particolare, deliz...

Ricetta: Polpette di carne e riso al basilico
Ricette di carne e pollame alle erbe
Ho voluto preparare una ricetta ispirata alle polpette marocchine di riso e prezzemolo, con caratteristica di avere del riso crudo unito all'impasto. Tuttavia al posto delle spezi...

Petali di calendula
Spezie viste da vicino
La calendula officinale produce fiori grandi fino a 8-10 cm, i cui petali possono essere raccolti e essiccati per essere usati come spezia colorante, o aggiunti a miscele di tisane...

Voglio provare... gli spinaci indiani
Piante insolite e rare
Gli spinaci indiani sono una verdura da taglio originaria dell'Asia, perenne e a comportamento rampicante, con foglie carnose e croccanti il cui gusto ricorda gli spinaci. Gli s...

Ricetta: Quesadillas con pollo, gorgonzola e cumino
Crepes, pancakes e tortillas alle spezie
Per farcire delle gustose quesadillas abbiamo usato un ingrediente classico come il pollo marinato con il cumino, accostando il gusto ricco del gorgonzola e quello fresco del melon...

Fiori di fine estate
Coltivare le erbe aromatiche
Molte aromatiche iniziano a fiorire solo a fine estate, libere dal clima afoso e bagnate dalla pioggia. L'issopo è pieno dei suoi caratteristici fiori viola a forma di spiga. I ...

Aromatiche e ornamentali: il gelsomino
Erbe aromatiche dalla semina alla cucina
Esistono numerosissime varietà di gelsomino, spesso native della Cina o altre regioni asiatiche, ma adatte anche al clima mediterraneo, dove si sono ben diffuse al punto da crescer...

Ricetta: Biscotti alla menta
Dolci alle erbe e spezie
Come sempre a fine estate la menta diventa molto rigogliosa e profumata. E' il momento giusto per raccoglierla in abbondanza, sia per essiccarla che per preparare ricette con la m...

Voglio provare... gli spinaci della Nuova Zelanda
Piante insolite e rare
Gli spinaci della Nuova Zelanda sono una verdura da taglio originaria della zona del Pacifico, in realtà non correlata agli spinaci veri e propri, ma simile per gusto e utilizzo. ...

Semi di cumino nero
Spezie viste da vicino
La nigella è una spezia diffusa fin dall'antichità e in molte zone del mondo, detta anche cumino nero, grano nero o sesamo nero, pur non essendo correlata a nessuna di queste altre...

La foto di oggi:
09 dicembre
Tutti gli articoli