L'ortica in cucina

La crociata delle erbacce
14 maggio 2008


Protagonista di numerosi modi di dire dispregiativi, bistrattata e estirpata come infestante, l'ortica ha non solo diverse proprietà benefiche e curative, ma anche un ottimo sapore, selvatico e delicato allo stesso tempo, che ricorda gli spinaci. Raccogliere le ortiche che infestano il vostro giardino si rivelerà il modo perfetto di tenerle sotto controllo e di arricchire la vostra tavola con risotti, frittate, torte salate e altre delizie.

Ortica

Raccogliere l'ortica


Il periodo di raccolto dell'ortica varia a seconda delle condizioni climatiche: in zone con clima rigido è già la tarda estate, in regioni più afose l'ortica diventa abbondante solo a fine autunno o addirittura a inverno iniziato.

E' bene eliminare subito le giovani piante di ortiche se nascono troppo vicina a piante in quiescenza o a nuovi impianti, ma in aiole o contenitori incolti la si può lasciare indisturbata, e raccogliere quando le foglie sono abbastanza grandi, ma ancora tenere.


Foglie e gambi dell'ortica sono ricoperte da minuscoli aghetti che causano irritazione alla pelle, e vanno maneggiate con attenzione, meglio se con dei guanti.
Le foglie tenere dell'ortica si raccolgono prima della fioritura, e si utilizzano previa cottura. Attenzione, non usate semi e infiorescenze in cucina.

Dopo il raccolto delle foglie, è bene estirpare le piante prima che gli steli diventino spessi e difficili da maneggiare. Compostare gli steli e le radici, che aggiungeranno azoto e altre sostanze utili al terreno.

OrticaUn'altra caratteristica utile dell'ortica e forse poco nota, è la capacità di attirare le farfalle, utili insetti impollinatori che favoriranno la produzione delle piante vicine.
Trovate maggiori dettagli nell'articolo Erbe aromatiche per attrarre gli insetti impollinatori.


Ortica

L'ortica in cucina


Un errore comune che può costare gravi irritazioni, è pensare che le foglie di ortica una volta raccolte diventino maneggevoli... ebbene no, è bene continuare a usare i guanti anche in cucina.
Un trucco per lavare agevolmente le ortiche consiste nel porre le foglie già mondate in una ciotola con un cucchiaio di sale grosso e coprire con acqua, eventualmente agitando con un cucchiaio. Lasciare riposare cinque minuti, quindi prelevarle con una schiumarola e sciacquarle sotto l'acqua. Il sale ha l'effetto di staccare residui di terreno e impurità, che andranno più facilmente a depositarsi sul fondo.

Le ortiche si consumano sempre previa cottura, per foglie tenere è sufficiente sbollentarle in acqua salata per alcuni minuti, o saltarle in padella con burro o olio.
Le foglie di ortica così preparate possono essere usate in qualunque ricetta al posto degli spinaci: risotti, farciture per torte salate, mescolate all'impasto di frittate e crocchette, o anche servite semplicemente con burro e formaggio come delicato contorno a piatti di carne.

Frittata di ortiche

Ricette con l'ortica


La preparazione più rapida e nota per l'ortica è certamente la tradizionale frittata, di sola ortica o con altre erbe spontanee di stagione: le ortiche vanno appena saltate, e quindi unite al composto di uova per la frittata.

Provate le ricette:
Frittata di ortica e bok choi
Frittatina di ortiche e cannella


Spinaci freschi e ortica condiscono le tagliatelle verdi, un piatto di pasta fresca fatto in casa.

Molto consigliate anche le frittelle di ortiche e lenticchie, un croccante e saporito antipasto, da servire anche come finger food.

Provate anche la quiche di salsiccia e ortiche su Il Meglio in Cucina, una torta salata che propone l'accostamento sempre riuscito di ortica con formaggio e rondelle di salsiccia, su una base di pasta sfoglia.

Sfogliate tutte le ricette con l'ortica pubblicate su Erbe in Cucina.

Cimette di ortiche

L'idea in più


Le foglie di ortica si possono usare come ingredienti per tisane e infusi, in tal caso il raccolto si effettua in modo simile al prodotto fresco come tempistiche e modalità: raccogliere solo le foglie, maneggiandole sempre con i guanti.

Lavare le foglie e porle a essiccare all'ombra, in luogo asciutto e ventilato, in un solo strato. Una volta essiccate si possono maneggiare con tranquillità perchè l'effetto pungente svanisce.
Gli infusi di ortica hanno effetto digestivo, ma è consigliabile prepararli insieme a altre erbe per migliorarne il gusto, provate per esempio la tisana dolce al mandarino e ortica.

Una precisazione: l'ortica si essicca al solo scopo di preparare degli infusi, altrimenti la si consuma fresca previa cottura.



La crociata delle erbacceLa crociata delle erbacce: suggerimenti e idee per utilizzare le erbe infestanti.

Potrebbe interessarvi anche:
Le erbe aromatiche in cucina
Le spezie in cucina
Potrebbe interessarvi...

Il prezzemolo in cucina


Le erbe aromatiche in cucina
Ricetta: Tisana dolce al mandarino e ortica


The e tisane alle erbe e spezie

Gallery correlate



Commenti

Autore: ivan
14/05/2008

ciao, nel farti i complimenti per il sito e per la fantasia, visto che si parla di frittata volevo suggerirti di provare con i fiori di acacia. magari non ti dico niente di nuovo, ma non ho trovato niente a riguardo sul sito!
complimenti di nuovo,
ivan


Autore: Graziana
15/05/2008

ciao ivan, grazie per il consiglio, devo provare!


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


 


Per commentare inserire le scritte della foto nella casella sottostante.
Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Ricetta: Crackers ai fiori di sambuco
Biscotti salati e sfoglie alle erbe
Ho voluto preparare dei crackers all'olio d'oliva per la mia famiglia, ma devo ammettere che io stessa mi sono sorpresa del risultato. I cracker fatti in casa non solo sono...

Fiore di rucola
I fiori che non vi aspettate
La primavera si avvicina, e molte piante seminate in autunno giungono alla fine del loro ciclo vitale con la fioritura. Quando questo accade, la pianta inizia a svilupparsi in...

Ricetta: Zuppa di cozze al crescione
Pesce e frutti di mare alle erbe aromatiche
Una ricetta ispirata alla celebre soupe de moules bretone, con l'aggiunta di un mazzetto di crescione d'acqua per contrastare la dolcezza delle cozze e della cipolla, resa cremosa...

Il pepe rosa
Spezie viste da vicino
Il pepe rosa si ottiene dai frutti di un albero, detto comunemente albero di pepe rosa (Shinus molle) o anche falso pepe, originario degli altopiani dell'America meridionale. La...

Ricetta: Burritos di pollo al coriandolo e cumino
Crepes, pancakes e tortillas alle erbe
I burritos sono una ricetta di origine messicana, che è stata reinterpretata e resa famosa nel mondo dalla cucina tex-mex. Tipico street food preparato in versioni sempre diverse,...

La foto di oggi:

Pomodori Lemon Plum
Tutti gli articoli