Ricetta: Bagna cauda piemontese

Salse, condimenti e intingoli alle erbe
01 giugno 2009


Testa d aglioVisito il Piemonte regolarmente in vacanza, e tra le tante squisite specialità locali, una delle più particolari è la Bagna Cauda.
Per prepararla bisogna non farsi spaventare dalla quantità di aglio necessaria e accettare -per citare un amico piemontese- che dopo averla mangiata si uccide un vampiro con ogni respiro.


Bagna Cauda

Bagna Cauda


Ingredienti
Per quattro persone:
1 testa d'aglio
125ml latte
4 filetti acciughe
100ml olio d'oliva
1 cucchiaio di burro

Per accompagnare verdure crude a scelta:
peperoni, cipolle, carote, pomodorini, ravanelli, finocchio, funghi freschi


Preparazione
Separare gli spicchi d'aglio, pelarli e metterli in un pentolino con il latte. Cuocere a fiamma bassa finchè non saranno teneri.
Scaldare l'olio in un padellino e sciogliervi i filetti d'acciuga. Aggiungere all'aglio e passare al mixer.
Versare il burro fuso e servire caldo, accompagnato con le verdure crude tagliate a listarelle sottili.



Tapenade alle erbe aromaticheUna ricetta simile:

Tapenade alle erbe aromatiche
Potrebbe interessarvi...

Coltivare l'aglio in balcone e terrazzo

Coltivare in balcone e in terrazzo
9 commenti

Gallery correlate



Commenti

Autore: Haalo (URL)
03/06/2009

I love bagna cauda, so simple but so much flavour.


Autore: Cali Chic (URL)
08/06/2009

I always find it very interesting to see different bagna cauda recipes. My grandfather makes his without butter and no blending... maybe I ll put up some pictures of our last bagna feast.


Autore: Davidone61
02/12/2009

Come si può proporre una ricetta sulla Bagna Cauda
che di ricetta ha solo il nome, a meno chè non sia
stata scritta per per coloro che all Aglio sono allergiche !!!!!!!!!!!!!!
Se non è così scusate, una correzzione è d obbligo
INGREDIENTI:
1 Testa d Aglio a persona
7 Filetti d Acciughe salate pulite con acqua e aceto
ed asciugate
Olio quanto basta per per la cottura dell Aglio
250 g. di panna da cucina che verra aggiunta alla fine.
1 cucchiaio di burro o poco più che verrà aggiunto insieme alla panna.
PROCEDURA:
Pulire l Aglio eliminando l anima dopo di che verrà
tagliato sottile senza esagerare.
Versatelo in una pentola di terra cotta, aggiungere l olio sufficiente a coprire per metà l Aglio,a questo punto può iniziare la cottura mescolando con
un cucchiaio di legno senza mai fermarsi fino a quando l Aglio non sarà quasi cotto.
A questo punto dovrete aggiungere le acciughe precedentemente preparate ed usando una forchetta di ferro finire la cottura mescolando e schiacciando
con la forchetta fino a quando il tutto non sarà diventato quasi una grema.Finita la cottura,
aggiungere la panna ed il burro mescolando fino a quando non inizierà a riprendere a bollire , a questo punto potete spegnere e servire,
Chi volesse nel propio fornellino può aggingere olio
o latte, quesst ultimo la rende leggermente meno pesante.

BUON APPETITO


Autore: Graziana
02/12/2009

Esistono numerosissime versioni della bagna cauda, come accade per molte ricette regionali tipiche, ogni famiglia ha la sua tradizione

La regola una testa d aglio per ogni testa viene sempre scherzosamente citata, ma mi è stata ripetutamente sconsigliata da molti piemontesi che preparano spesso la bagna cauda, in famiglia o ristoranti

In ogni caso ringrazio per la precisazione, visto che avevo mancato di citare questa possibilità
Una domanda: anche le dosi indicate per gli altri ingredienti si riferiscono a una sola persona e vanno moltiplicate?


Autore: Davidone61
03/12/2009

Chiedo scusa se quello che ho scritto non è molto chiaro,quindi cercherò di spiegarmi meglio.
Per ogni testa d Aglio 7 filetti di acciughe,il resto degli ingredienti faceva riferimento a 6 persone,quindi bisogna moltiplicare per 6 sia l Aglio che l acciughe.
Per quanto riguarda le varianti da lei sottolineate
si riferiscono semplicemente,se far quocere l Aglio
nel latte oppure nell olio,ma non si può variare così drasticamente l ingrediente primario Aglio e acciughe,quindi credo che nessun piemontese possa
sconsigliare la preparazione di questo piatto con le giuste dosi.
Vorrei fare un ultima osservazione in riferimento
alla penultima riga scritta da lei,sottolineando
che la ricetta scritta da lei è una possibilità,
perchè la vera Bagna Cauda è una sola.






Autore: Graziana
03/12/2009

Grazie per le precisazioni e la tempestività della risposta


Autore: gigi
21/12/2010

da piemontese doc inorridisco a tutta questa panna e burro nella bagna cauda.la ricetta originale dice 1 grossa testa d aglio, ca 100 g acciughe 10ml olio A TESTA. un sistema per ridurre l impatto dell alito il giorno dopo, bollire in un litro di latte l aglio (parliamo naturalmente di bagna cauda per 4.5 persone, percio 400 500 g di aglio, altrimenti mettere meno latte)quando lo stesso si disfa scolarlo e sciacquarlo, dopodiche unire a freddo aglio, acciughe lavate e diliscate e olio, a fuoco minimo in untegame possibilmente di coccio cuocere girando regolarmente. dopo 40/45 la b.c. e pronta.
Buon appetito! gigi


Autore: Graziana
22/12/2010

Salve Gigi, questa ricetta è stata preparata seguendo le dosi di una signora piemontese che la prepara a ogni Vigilia per tutta la famiglia, come per ogni ricetta regionale ogni famiglia ha la sua tradizione. Grazie per la sua precisazione e per i consigli su come mitigare l'impatto dell'aglio. Buon Natale!


Autore: elena8691
18/10/2011

la ricetta di gigi penso che sia la più veritiera. anch io amo la bagna cauda senza panna e burro anche perche già di per se non è una pietanza leggera se ci aggiungiamo la panna......


Aggiungi un commento
Date prima un'occhiata alla pagina delle FAQ per trovare subito una risposta alle domande più comuni.


 


Per commentare inserire i numeri della foto nella casella sottostante.
Autore:
 
Mail:
 
URL:

Ultimi articoli

Fiori di ravanello
I fiori che non vi aspettate
Come ogni anno, a fine estate ho seminato le colture autunnali, erbe e ortaggi adatti alla stagione fredda: coriandolo, aneto, prezzemolo, cerfoglio, ravanelli, carote, barbabietol...

Riconoscere erbe e spezie: le ombrellifere
Coltivare le erbe aromatiche
Alla famiglia delle Apiaceae, Umbelliferae o comunemente Ombrellifere appartengono numerosissime erbe aromatiche e spezie quali prezzemolo, sedano, coriandolo, aneto, cumino, anice...

Ricetta: Crema di cavolfiore arrosto al timo
Salse, condimenti e intingoli alle erbe
L'autunno avanza, le serate più fredde e i primi raffreddori fanno venire voglia di cenette confortanti e ricche. Questa crema è un perfetto accompagnamento per una tranquilla sera...

Ricette dal mondo: il cheese toast
Cucina dal mondo alle erbe e spezie
Il cheese toast ovvero toast al formaggio è una ricetta di toast diversa dal solito, diffusa per lo più negli Stati Uniti, Canada e paesi anglosassoni. Il toast deve avere ovvia...

Riconoscere erbe e spezie: le lamiaceae
Coltivare le erbe aromatiche
Con le prime pioggie aiole e contenitori si riempiono di germogli, non solo quelli dalle vostre semine autunnali, ma anche molte nascite spontanee: semi caduti dalle piante anche m...

Tutti gli articoli